Lavori

Tele, Muri e Mostre

Tele Figurative

Mi è sempre piaciuto immaginare gli artisti come uomini e donne capaci di aprire finestre segrete su sensazioni e attimi di un sogno. Finestre vere, di vetro e maniglie. Le tele di Kasy ben si prestano a questo gioco dell’immaginazione. Colori lucidi e sfumature armoniose donano libertà alle linee.

Tele Astratte

Il colore è uno dei protagonisti assoluti nella poetica dell’artista. Parola d’ordine di una vita intera. Osservando le opere astratte, di primo acchito pure esplosioni di colore, si scopre come siano spesso riconducibili a rappresentazioni di mondi microscopici o atmosfere spaziali.

Walls

Il mio rapporto con il “muro” è controverso, ma ciò che è un possibile ostacolo, lo trasformo in un’esplosione di colori. Ovviamente a volte, i muri che dovrei dipingere, sono inaccessibili; ma quando ne ho la possibilità logistica non mi tiro indietro.

Mostre ed eventi

Quando inizio a dipingere mi distacco dalla realtà circostante. Inizia un dialogo tra me e la tela, una sorta di sfida che la tela intraprende nei miei confronti, opponendosi con quel suo bianco provocante. Molte volte quando mi trovo lì di fronte non ho neanche l’idea di quello che devo fare, ma mi lascio guidare dall’istinto e pian pianol’opera inizia a prendere forma.

About

Andrea Casillo

Andrea Casillo ,in arte Kasy23 è nato a Seriate (BG) il 24 aprile 1980.
I muri dipinti delle città raccontavano all’artista storie fantasiose fatte di sogni ed illusioni. Sogni di un giovane uomo che amava l’arte dei graffiti. Un giorno per Andrea gli spray diventano una vera passione e motivazione di vita Non è per niente facile riempire degli spazi vuoti. Sembrano talmente vasti che risulta impossibile immaginarli pieni, colorati e semplicemente vivi. Bisogna avere della quantità di idee pazzesche, avere nella testa immagini dettate da emozioni splendide e forti e sicuramente della qualità per dare forma e sostanza a sentimenti pronti ad esplodere in qualsiasi istante.
Kasy23 non ha studiato in una scuola d’arte, niente accademie o licei artistici, ma è stata la passione a guidarlo e il risultato stupisce! La sua è un’arte priva di leggi e regole, aperta al reale e all’astratto, al simbolico e al concreto, alla luce e al colore. E’ la sua forte personalità, il suo carattere forte e di compagnia, estroverso e determinato che lo portano al religioso silenzio mentre dipinge nel suo garage, dove il rumore amico è la bomboletta che come un flash abbaglia di giorno spesso e volentieri anche a tarda ora il piccolo spazio dove prendono forma e colore le tele. Produce una quantità impressionante di dipinti, siano essi donne o città, tubi oppure geometrie, quello che conta è produrre , anche nel suo significato più materiale perché produrre per lui significa liberare le emozioni, ascoltarle e dar loro voce immagine e corporietà. Un’energia sconvolgente che ha lasciato poco spazio a sentimenti negativi: molto più a portata di mano fremevano bombolette ancora buone e sporche di arcobaleni. Ecco dunque il suo universo fatto di vento colorato, di colore trasportato dal vento, alcuni pigmenti fuggono, altri si fissano indelebilmente, segnano, di-segnano, raccontano, come tatuaggi sul corpo della società, della realtà. Muri, tele, come pelle, come fossero fatti di pelle, pelle morbida che si lascia accarezzare o pelle rigida capace di rifiutare con assoluta indifferenza ciò che non riesce a comprendere.

News ed Eventi

Esposizione presso la “nuova” Croissanteria a Carobbio degli Angeli

Read full article

L’eco di Bergamo 19 settembre 2016

Read full article

Un benvenuto a tutti nel mio nuovo sito.

Read full article

Nuovo lavoro

Read full article